SPAZIO PREMIUM LIBERO!



Sei in: Home » Calcio Tvb

Pieroni. "Basta teatrini, servono solo fatti"

Pubblicato il: 30-06-2020


Da La Nazione di Arezzo:
Il tempo scorre inesorabile e la data del 10 luglio si avvicina. E’ quello il termine per presentare i primi documenti richiesti dalla Figc per poter procedere con le licenze nazionali. Chi sgarra commette un illecito. Di fatto saltare questo appuntamento potrebbe far avvertire più di uno scricchiolio vista poi della scadenza del 5 agosto, quella per l’iscrizione al campionato 20202021. Il tempo passa e in calendario non c’è ancora un incontro. Ad oggi il famoso summit tra Giorgio La Cava e Andrea Stanzione non è in programma. L’immobiliarista romano sembra essere in vantaggio, per alcuni anche in pole position, rispetto al gruppo legato a Ermanno Pieroni.

Eppure ad oggi il patron amaranto e Stanzione, che vanta il supporto di altri tre soci, non hanno fissato quando vedersi. Per poter arrivare alla fumata bianca diventa quanto mai importante questa settimana. Stanzione insieme ai suoi soci e ai propri esperti ha potuto effettuare la ‘due diligence’ amaranto. In poche parole i possibili acquirenti hanno cercato di valutare la convenienza dell’affare, di identificare i rischi e i problemi connessi all’acquisto di una società come quella di viale Gramsci, con un bilancio definito ‘pesante’ da Orgoglio Amaranto - che sta preparando l’assemblea dei soci - e con almeno 19 giocatori sotto contratto per la prossima stagione.

Le analisi ad ogni modo sono terminate e nelle prossime ore è atteso un contatto per capire se esistono i presupposti per trattare ancora e raggiungere un accordo. Su che base è difficile dirlo. I nodi economici sono sicuramente importanti. Di certo il punto di partenza non va dimenticato. Il 10 luglio c’è un impegno da rispettare. Il tempo è tiranno come non mai, ma non solo per Andrea Stanzione.

Ne parliamo con Maurizio Polverini.

Camera di Commercio