SPAZIO PREMIUM LIBERO!



Sei in: Home » Dituttounpo'

L' Ape per il popolo e i vitalizi per i politici

Pubblicato il: 13-09-2017


Da La repubblica:
Nella sua versione "standard", l'Ape sociale spetta a chi ha 63 anni (o li compie entro l'anno), è senza lavoro e senza pensione diretta (quindi anche ai titolari di reversibilità). A patto che si trovi in una di queste condizioni: disoccupato e senza ammortizzatori da almeno 3 mesi, invalido civile almeno al 74%, coniuge o parente di primo grado disabile, assistito da almeno 6 mesi. In tutti e tre i casi occorrono 30 anni di contribuzione. Ne servono invece ben 36 per chi ha svolto negli ultimi 6 anni su 7 un'attività gravosa: dal conciatore di pelli ai trasportatori, dagli infermieri turnisti
ai facchini, dagli insegnanti di scuola pre-primaria agli operatori ecologici. La platea potenziale per il 2017 è di 60.000 persone (35.000 per l'Ape social e 25.000 per i precoci), mentre altri 45.000 potrebbero avere i requisiti nel 2018 (20.000 Ape social e 25.000 precoci).
Ce ne parla Leonardo Franceschi.

Camera di Commercio