SPAZIO PREMIUM LIBERO!



Sei in: Home » Dituttounpo'

Violentata per strada a 81 anni

Pubblicato il: 04-09-2017


Da Il giorno:
A ventiquattro ore dall’orrendo stupro ai danni di una signora di 81 anni, si fanno più chiari i contorni della vicenda sulla quale comunque gli investigatori della Mobile mantengono il più stretto riserbo. La signora, che vive non lontano dal bosco di Bruzzano, mercoledì mattina presto, alle 7 circa, è uscita come ogni giorno a fare una camminata e poi la spesa. In pieno giorno, il luogo preciso in cui è avvenuto lo stupro, cioè nei pressi dell’angolo tra via Ornato e via del Regno Italico, non è un posto così isolato, anche perché a qualche centinaio di metri di distanza ci sono supermercati ed esercizi commerciali. E ci sono molti che passeggiano con il cane, corrono o vanno in bicicletta. La donna, così la descrivono i vicini, era solita fare jogging, è una signora molto in forma che lavora anche in associazioni di volontariato. L’uomo che l’ha violentata si sarebbe avvicinato con una scusa gentile (gli investigatori non riferiscono la frase precisa, ma potrebbe essere stata una richiesta di aiuto), qualcosa che ha fatto abbassare le difese alla donna. A quel punto sarebbe stato gioco facile per l’uomo aggredirla e violentarla trascinandola dietro un cespuglio.

A chiamare i soccorsi è stata la donna, che da sola è riuscita a rialzarsi, rivestirsi, attirare l’attenzione dei passanti e telefonare al 118. I medici l’hanno soccorsa nei pressi della sua casa, lontano dal parco, tanto che non hanno capito cosa fosse successo all’anziana in stato di choc e piena di lividi. Solo una volta arrivata al Niguarda, è stato chiaro ai medici che la donna era rimasta vittima di uno stupro.
Ne parliamo con l'Avv. Rossella Angiolini.

Camera di Commercio