SPAZIO PREMIUM LIBERO!



Sei in: Home » Dituttounpo'

Arezzo: assalto fallito al caveau di Banca Etruria

Pubblicato il: 21-04-2017


Da La nazione di Arezzo:
Se fosse andato in porto, probabilmente, sarebbe stato il colpo del secolo. Tentativo di furto nel caveau di Banca Etruria di Corso Italia sventato per fortuna dalle forze dell' ordine. I particolari della vicenda non sono ancora chiarissimi, di sicuro si sa che i ladri, una banda molto ben organizzata a quanto pare, ha tentato di introdursi nel caveau attraverso il fiume Castro. Proprio così, i malviventi pare siano entrati dal cosiddetto "Ponte alla parata", in zona Giotto. Proprio lì il fiume non scorre più all'aperto e comincia il suo fluire sotterraneo. Ed è proprio seguendo il corso del fiume che i ladri sono arrivati al caveau di Corso Itali. O meglio, ci sono andati molto vicini visto che in qualche modo è scattato l'allarme che ha fatto scoprire il tentativo.

Un colpo dal film, studiato probabilmente da una banda che ci ha lavorato per giorni, mettendo in attuazione un piano che deve essere stato studiato a lungo, con un'ideazione geniale ed audace dal punto di vista criminale ma che non aveva tenuto conto del classico imprevisto. Secondo alcune fonti è scattato l'allarme, ma secondo altre i sensori di allarme erano stati disattivati dai soliti ignoti e la salvezza è arrivata per caso, da qualcuno che è sceso nei sotterranei della banca accorgendosi di qualcosa che non andava. Allora è stata subito avvertita la polizia, che indaga adesso con la squadra mobile. Sono stati chiamati anche i vigili del fuoco che hanno aiutato gli inquirenti ad esplorare i meandri del Castro dalla zona della Parata fino al Corso (anche lì scorre il torrente, all'altezza di via Garibaldi) per ricostruire il percorso dei banditi.
Ce ne parla Leonardo Franceschi.

Camera di Commercio